Procida

Procida è la più piccola isola del Golfo di Napoli, ma è quella che ha conservato meglio il fascino, la tranquillità e la cultura del Mediterraneo.

Già a guardarla da lontano, con i suoi colori e tutte le sfumature, ci si rende conto della sua autenticità.

Ma è vivendola che si possono scoprire le sue bellezze: pescatori, agricoltori, mare azzurro e barche, limoni, colline, piccoli borghi fermi nel tempo.
Procida è per chi ama il vero contatto con la natura, nutrendosi di aria di mare pura e cibo genuino.

ià entrando nel porto di Marina Grande si possono scorgere le coloratissime case dei pescatori, autentiche dimore storiche dove si racchiude una tradizione che ancora oggi è il fulcro della vita quotidiana di tantissime persone. Uno dei luoghi simbolo di questa destinazione è Marina di Corricella, il più antico e romantico borgo marinaro. Questo teatro sul mare è avvolto in un'atmosfera unica: le figure di abili pescatori che riparano le proprie reti si confondono con un'architettura leggera e armoniosa composta da archi, gradinate e logge.

Ma non solo: le piccole stradine di questa isola hanno conquistato il cuore di registi e intellettuali del calibro di Massimo Troisi, che proprio qui ambientò alcune scene del suo capolavoro "Il Postino", della scrittrice Elsa Morante, vincitrice con il suo romanzo "L'isola di Arturo" del Premio Strega nel 1957 e di Alphonse De Lamartine, il quale fortemente ispirato dal suo primo viaggio in Italia scrisse "Graziella", struggente storia d'amore tra lui e una ragazza procidana.anno rivivere ai viaggiatori tutte le tradizioni dei suoi abitanti.

Allora perchè non scoprirla?